fbpx

Rodiatura: cos’è e come pulire un gioiello rodiato

Che cos’è la rodiatura? Questa è di certo una domanda interessante che sempre più persone si pongono. Magari l’avete sentita nominare solo ora per la prima, o magari vi è stata consigliata per il vostro gioiello. Iniziamo col dire che si tratta di una procedura abbastanza importante in alcuni casi e che darà nuovo brio ai vostri gioielli.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Rodiatura: cosa è?

La rodiatura non è altro che un trattamento superficiale, praticato attraverso elettrolisi, che viene effettuato con un sale del rodio. Questo trattamento è utilizzato per dare maggiore lucentezza ai gioielli in oro bianco, argento e altri accessori moda.

L’elemento usato per questa procedura come abbiamo già accennato prima è il rodio, un metallo preziosissimo e che ha addirittura un valore superiore a quello dell’oro. Esso è un metallo di transizione raro e lo si trova nei minerali dal platino, con cui insieme ad esso in lega, viene utilizzato come catalizzatore. Inoltre viene di solito utilizzato per aumentare la durezza dei metalli.

In cosa consiste

La rodiatura consiste nel ricoprire un gioiello con uno strato di rodio, il cui spessore generalmente è di circa 1 micron (1 millesimo di millimetro) fino ad arrivare ad un massimo di 25 micron, mediante il cosiddetto “bagno galvanico“. Questo processo conferirà al nostro gioiello quell’aspetto bianco e brillante che noi tutti conosciamo. In genere è una tecnica che viene usata per lo più sui gioielli in oro bianco, per conferirgli appunto quel colore bianco, altresì si presenterebbe giallognolo. Può anche essere usata sull’argento per aumentargli appunto lucentezza e resistenza ad abrasioni e ossidazione.

Va detto che la rodiatura galvanica non intaccherà in nessun modo le proprietà fisiche della lega d’oro, ed è soprattutto molto resistente a tempo ed usura. Nonostante ciò è possibile, ed è anche cosa consigliata, che in futuro ci sia bisogno di una nuova rodiatura. Non crediamo questo possa rappresentare un problema, sappiamo quanto ci tenete ai vostri preziosi gioielli.

Come pulire un gioiello rodiato

Nel caso in cui doveste cominciare a notare un leggero strato di sporco sul vostro gioiello rodiato vi consigliamo di non provare a pulirlo con panni o liquidi abrasivi, questi potrebbero portare via la rodiatura. Il nostro consiglio quindi è quello di utilizzare panni morbidi e semplicemente dell’acqua, in alternativa uno spazzolino da denti, ma assicuratevi che non abbia setole dure.

Avete dei gioielli che pensate siano in oro ma di cui non ne avete la certezza? Forse potrebbe interessarvi il nostro articolo “Oro puro: ecco 5 metodi per riconoscerlo” per un riconoscimento fai da te.

Leggete anche il nostro articolo su come pulire i gioielli in oro, in modo da farlo correttamente senza rovinarli

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

 

 

To top