fbpx

Oro puro: ecco 5 metodi per riconoscerlo

Quasi tutti, bene o male, possediamo vari oggetti e gioielli, specialmente in oro, spesso tramandati di generazione in generazione oppure ricevuti in regalo per il compleanno, la laurea o, come capita più spesso, per la prima comunione. Ma starete sicuramente mentendo se diceste di non esservi mai posti la domanda su come distinguere l’oro puro da quello falso e contraffatto…

Ecco, noi oggi vorremmo aiutarvi, elencandovi brevemente 5 metodi fai da te per verificare l’autenticità dell’oro, direttamente da casa vostra.

Verifica visiva

Questo tipo di verifica è molto semplice, basta solo osservare per bene, con una lente d’ingrandimento, l’eventuale presenza di una punzonatura (un segno impresso sulla superficie dell’oro) che riporta la quantità di oro contenuta nel pezzo. Essa si esprime in millesimi (da 1 a 999, quella più diffusa è 750) o in carati (10k, 14k, 18k, 22k o 24k). In genere, questa indicazione, la si trova nella fascia interna del nostro gioiello, se si tratta di un anello o di un orecchino.

La non presenza del punzone potrebbe significare che il vostro gioiello non è in oro puro. Ma perchè potrebbe? Potrebbe, poichè è possibile, specialmente sugli oggetti più vecchi, che il punzone sia illeggibile o scomparso a causa dell’usura. Tuttavia molti oggetti contraffatti presentano un punzone che pare essere autentico. In tal caso è sempre bene procedere con altri metodi.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Verifica del morso

Cosa si intende per verifica del morso? Semplicemente che dovrete mordere il vostro oggetto! Se sul vostro oggetto in questione, rimangono impresse delle tacche lasciate dai vostri denti, significa che è fatto di oro vero. Più profonde sono le tacche più l’indice di purezza è alto.

Tuttavia questo è un metodo sconsigliato poichè potrebbe non solo rovinare l’oro ma anche i vostri denti, qualora si trattasse solo di piombo ricoperto d’oro.

Verifica del magnete

In cosa consiste questa verifica? Molto semplice. Basta munirsi di un magnete (non quelli da frigo poichè troppo deboli) e avvicinare il vostro oggetto in questione. Se esso viene attratto dal magnete ha forti probabilità di non essere fatto di oro vero. Perchè? Perchè l’oro è un metallo diamagnetico ossia non viene attratto dai magneti.

Nonostante ciò non si ha la sicurezza al 100% che qualora non venisse attratto si tratti di oro vero, poichè vengono usati anche altri metalli diamagnetici per la contraffazione.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Verifica della densità

Questo tipo di verifica è un po più complessa. Consiste nel verificare la densità del metallo. In natura sono rarissimi i metalli densi come o più dell’oro. Ad esempio la densità dell’oro puro a 24k è di  19,32 g/cm3, valore di gran lunga più alto rispetto a quello degli altri metalli comuni. Più alta la densità più sarà puro.

È giusto precisare che questo test va eseguito per gli oggetti in oro massiccio, poichè eventuali gemme incastonate possono portare ad una variazione dei risultati.

Ritornando alla nostra verifica, per prima cosa bisogna pesare ,con una bilancia molto sensibile, l’oggetto in questione, procurarsi una provetta graduata, segnarsi il livello dell’acqua e successivamente immergere l’oggetto nell’acqua. Dopo aver fatto questi passaggi annotare la differenza in millimetri del livello dell’acqua precedente. In seguito bisogna fare un calcolo seguendo questa formula: densità= massa/volume. Nel caso in cui il valore si avvicinasse a 19,32 g/cm3, significa che l’oggetto ha ottime probabilità di essere di oro puro.

Tuttavia questo non è il metodo più preciso.

Verifica del piatto

Questa prova consiste semplicemente nello strofinare il vostro oggetto contro un piatto di ceramica non smaltata. Questo è un metodo tanto semplice quanto efficace. Badate bene, potreste rovinare il piatto o l’oggetto, quindi è sconsigliabile effettuarlo con oggetti di un certo valore.

In ogni caso strofinandolo, se lascerà una scia dorata sarà oro puro, se invece lascerà un segno nero, avremo per le mani un oggetto contraffatto.

Se nonostante questa breve guida siete ancora dubbiosi sull’autenticità del vostro oggetto/gioiello allora vi consigliamo di consultare un esperto.

Il tuo oro si sporca? Niente paura leggi la nostra guida su come pulire l’oro correttamente senza rovinarlo!

 

Visitate il nostro sito www.phygioielli.com per scoprire la nostra fantastica collezione di gioielli personalizzati. Vi aspettiamo!

To top