fbpx

Cristallo di rocca: cos’è, proprietà e benefici

Secondo un’antica leggenda il cristallo di rocca ha delle capacità benefiche, tanto da riuscire ad
abbassare la temperatura corporea; basta infatti posizionare semplicemente questa pietra sulla
pianta dei piedi dell’ammalato per vedere,entro pochi minuti, la febbre diminuire.

Cos’è il cristallo di rocca?

Il cristallo di rocca, chiamato anche quarzo ialino, è trasparente e rappresenta una delle varietà di
quarzo più diffuse sulla terra.
Le sue proprietà sono conosciute da molti secoli, fin da quando era considerata come acqua
solidificata, e quindi ghiaccio. Da qui ha preso il nome di “cristallo di rocca”. Dalla parola greca
krustallos che significa appunto ghiaccio.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Benefici del cristallo di rocca

Il cristallo di rocca, oltre ad essere utilizzato per far attenuare la febbre, riesce a garantire anche
altri benefici. Riesce, infatti, ad alleviare i mal di testa, i dolori ai denti e permette di purificare il
corpo eliminando le tossine. Anticamente si pensava che questa pietra riuscisse anche a stimolare
positivamente il pensiero.

crisistalli
Cristallo di rocca proprietà

Il cristallo di rocca è famoso per le sue molteplici proprietà, che trovano collocazione nelle filosofie
olistiche e nelle sedute di cristalloterapia.
Oltre a quelle riconosciute dal mondo olistico, però, ne troviamo tante altre attribuite da credenze
più o meno note. I Maya, ad esempio, vedevano in esso un amuleto in grado di rendere i rituali più
potenti, mentre gli sciamani lo riconoscevano come un oggetto di materia misteriosa, in grado di
fornire loro un contatto con le divinità.
Molto curioso è anche l’uso che di questo veniva fatto in Cina, dove in antichità si credeva che
questa pietra fosse capace di dissetare le persone.
Al giorno d’oggi, ad ogni modo, le proprietà riconosciute al cristallo di rocca sono, come dicevamo
prima, tantissime. Esso è un minerale che viene associato alla famiglia dei quarzi, è costituito da
biossido anidro di silicio ed ha sistema cristallinotrigonale.
Il cristallo di rocca può essere riconosciuto da un occhio poco esperto per la somiglianza ad un
comunissimo pezzo di ghiaccio, con cui condivide la tipica consistenza vitrea e le sue cromatiche
sfumature particolari.

cristallo di rocca
Cristallo di rocca: come pulirlo?

Il cristallo di rocca può essere pulito in modo semplice e veloce. Si consiglia di metterlo
direttamente sotto l’acqua corrente, ed è possibile disinfettarlo anche con detergenti non
aggressivi. Ciò che si sconsiglia è metterlo esposto al sole.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Il cristallo di rocca in gioielleria

Oltre ad essere considerato una pietra dalle proprietà terapeutiche e curative, il quarzo ialino è
anche un materiale impiegato nel settore della gioielleria.

Tantissimi sono i gioielli ricavati dal cristallo di rocca, che si distinguono per l’eleganza, la
delicatezza e la particolarità.
Solitamente questa pietra viene utilizzata per dar vita a collane e bracciali ma non è raro trovarla
come elemento base di un bellissimo paio d’orecchini.
Dove trovare il cristallo di rocca
Sono tanti i posti nel mondo dove è possibile trovare dei giacimenti di cristallo di rocca. Esso si
trova in modo più diffuso però in Brasile, Madagascar, Birmania, Giappone, Stati Uniti e Italia.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

To top