Pubblicato il

Granato bianco: proprietà, simbologia e utilizzi

I granati sono disponibili in numerose varietà. Scopriamo quali sono i più diffusi e quali sono i più
rari, come il granato bianco. Vediamo quali sono le loro proprietà, i loro significati e il loro utilizzi.
Partiamo dal principio.

Cos’è il granato ?

Il nome granato deriva alla parola latina granata che significa grano seme, proprio per la forma
delle sue gemme quando sono grezze ma anche per la somiglianza ai sema del melograno .
Molte sono le colorazioni di questo minerale e se i cristalli vengono osservati al microscopio
appaiono di forma cubica.
Numerose sono le tipologie di Granato , tutti differenti in base alla loro composizione chimica.
Vediamo quali sono: Almandino, Andradite, Grossularia, Piropo, Spessartite ed infine Uvarovite.

Origini del granato

Anche in passato il granato è stato molto apprezzato. Veniva spesso utilizzato per realizzare
meravigliosi gioielli oppure oggetti ornamentali. Si dice che il filoso Platone fece incidere il ritratto
del suo volta proprio su una pietra di Granato.
Tempo fa l’attuale Repubblica Ceca possedeva una vasta collezione di cristalli di Granato . I gioielli
boemi erano e sono ancora oggi molto apprezzati in tutti il mondo. Questo materiale era al centro
di numerose leggende , infatti, nel Medioevi, si pensava che riuscisse ad allontanare la
depressione, fermare le emorragie, curare le patologie del fegato e donare equilibrio ai disturbi
della tiroide.
Il granato riesce anche ad avere un effetto benefico sulla psiche, infatti, è indicata per rafforzare la
creatività, per sviluppare nuove idee, per migliorare l’attenzione e per arginare la paura e
l’insicurezza.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Il colore del granato

I granati sono dei siciliati che hanno tutti una struttura cristallina simile, ma la loro composizione
chimica è diversa ed è proprio questo che ne determina un colore diverso e una proprietà
differente. La varietà di granato più diffusa di granato è quella rossa ma è possibile trovare anche
delle forme rare come ad esempio di colore viola, rosa, marrone, blug, arancione, giallo oppure
bianco.
Ad esempio vi è anche il granato Mozambico che prende il nome dal paese da cui proviene. Si
tratta di una forma di granato che assomiglia al rubino. Vi è anche il granato Malaya che viene
estratto nell’Africa orientale, dove fu scoperto. Si presenta di colore arancio intenso ed ha alcune
sfumature rosa.
Una tipologia di granato molto rara è il granato bianco. Altre tipologie di granato sono quelle che
hanno sfumature di bianco all’interno che determinano la lucentezza.
I granati si contraddistinguono grazie alla loro lucentezza e alla loro trasparenza.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli

Granato: dove si trova ?

Il granato si trova in diversi paesi del mondo, come ad esempio in India, in Kenya, in Nigeria, nello
Sri Lanka, in Tanzania, in Mozambico e nel Madagascar. Il granato almandino si trova in India, in
Brasile e nel Mozambico, invece, il granato demantoide, viene trovato negli Urali.

Dove conservare il granato ?

Il granato deve essere conservato in luoghi che siano lontani dal calore. Il calore oppure la luce del
sole potrebbero danneggiare la gemma.

Per vedere tutti i gioielli della nostra collezione, clicca qui: Phy Gioielli